il pollo e la vocale

scritto venerdì 26 gennaio 2007 alle 10:37

pollo e la vocale

La famiglia Koutchi se ne stava tutta impegnata a scegliere un pollo arrosto sulla rue Fauxbourg du Temple. Il giovane Mohammed e il Piccolo ed il Nonno Rashid, il più tradizionalista, che aveva imposto la viande Halal nel rispetto dell’igiene e del Profeta. Eccoli riuniti attorno al grande girarrosto. Questo è troppo piccolo. Questo è troppo bruciato. Quest’altro ha l’aria d’essere vecchio. Il Piccolo indica infine un pollo con una insolita forma di A.
«Non ci sono vocali nell’arabo», sentenziò il vecchio.
Ed il pollo volò via. Come un racconto di cento parole, spinto dalla forza di almeno quarantotto A.

rispondi e commenta qui, oppure fai un trackback (!?) dal tuo sito.

lascia un commento

Altri articoli in Paris Mushrooms

Esercizio di memoria. Topografie. [parte II]

Sans papier. E davanti un plotone di esecuzione in blu cobalto. Manifestazione contro gli Interni (stavolta non c'è ambiguità) di un manipolo di bobo con qualche immigrato nel mezzo. Una donna che rumoreggia al telefono cellulare e che ha tutta l'aria di essere una delegata del...

Esercizio di memoria. Topografie. [parte I]

Escodallosquatdiruestdenis. Passando per la rue d'echiquier. Raggiungo la rue St. Denis. Appena a sinistra, rue d'Enghien, un capanello. Mi fisso come imbambolato. Sans papier. Striscione nero. Scritte bianche. Rue d'Enghien è una via abbandonata al suo destino. Uno strano misto...

esterofilia: velib’ e la megalopoli ciclabile

Qualche tempo fa sulla lunghezza dell'asse di via Taranto e via Magna Grecia hanno fatto la loro timida comparsa quattro linee bianche, tracciate in maniera semiatrigianale, riflesso vago di due geniali piste ciclabili. Oggi nello stesso punto l'asfalto è cambiato, le righe gialle in terra segnalano...

Il pianeta è minuscolo: Ilha das flores

Aggiornamento! Versione con sottotitoli in italiano: L'isola dei Fiori from Aurelia on Vimeo. È la storia dell'Isola dei fiori, bidonville all'estremo sud del Brasile, ma è anche un manuale di istruzioni per il pianeta terra e per la comprensione dell'essere umano che vi risiede, così ostinatamente...

l’ambiente? una sfida industriale (fine)

La tecnologia è conoscenza conseguenziale. Quindi consecutiva. Quindi assoluta ed unidirezionale. La tecnologia non si sazia: essa pone domande sempre nuove alla conoscenza scientifica che la serve. Ma è solo un'illusione pensare che tali domande esistano a priori, perché esse sono generate dal...

il sessantotto da uno che nOn c’era [I]

Rispondiamo a internettuale. Con il '68 il processo di omologazione ha avuto una accelerazione esponenziale. Il '68 ha abituato tutti alla moda. Tutti al consumo. Il '68 ha reso più digeribile la disgregazione dell'unità fondamentale delle nostre società, la famiglia; ed ha affermato con maggiore...

Esercizio di memoria III. Fisica. Libri. [parte IV]

Eppure dalla foschia seminutturna del freddo dell'esplanade al sotterraneo rez-de-jardin moquetterossapassofelpato una qualche differenza c'era. Nel golfo mistico delle logge. Chiuso nella scatola con la lettera Y. Appena in grado di percepire il defilare dei piedi lungo il corridoio. Lungo...

a un certo punto della vita dovresti impegnarti seriamente e smettere di fare il ridicolo

Incantevoli gli spazi del Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino. L’ambiente, anche, rilassato. Forte la carica emotiva per le mura ed il luogo che hanno il primato italiano della precoce scoperta di Rodrigo Garcìa. Meno incantevole invece l’evento che hanno ospitato ieri sera e che ospiteranno...